Mensa Consiglio regionale della Toscana

Filiera corta, biologico, eliminazione plastica, menu vegano. Cambia la mensa del Consiglio Regionale della Toscana

Firenze – Cambia il menù in Consiglio regionale. Con il nuovo capitolato per le mense riservate a consiglieri, dipendenti ed ospiti dell’Assemblea toscana, troveranno spazio nei punti ristoro, fra gli altri, prodotti di filiera corta, prodotti biologici, acqua naturalizzata con l’eliminazione della bottigliette di plastica, menù per vegani ed alimenti per celiaci. Si tratta di una svolta importante per il servizio mensa del Consiglio toscano non solo perché si privilegeranno quei cibi che hanno a monte il rapporto diretto fra il produttore e il consumatore, ma anche perché si tenderà a ridurre al minimo l’utilizzo della plastica abolendo da una parte le bottiglie d’acqua e dall’altra ripristinando l’uso esclusivo dei bicchieri di vetro, mentre sul piano alimentare sarà data adeguata attenzione ai pasti per vegetariani, a quelli per vegani (coloro che non consumano neppure i derivati degli animali, ndr) e alla specifica alimentazione a favore delle persone affette da celiachia e pertanto intolleranti al glutine. (…) una scelta che pone l’Assemblea toscana all’avanguardia, in Italia, per l’attenzione rivolta alla salute e alle diverse sensibilità alimentari.

Dal parlamento Toscana

Il nuovo capitolato per le mense dell’Assemblea Toscana (22 giugno 2012) porta le seguenti linee generali:

  • attenzione all’ambiente
  • al sistema produttivo locale
  • al rispetto di condizioni come la celiachia
  • al rispetto di scelte etiche verso gli animali come quelle vegetariana e vegana
  • vietata la plastica: introduzione di apposita strumentazione per l’erogazione di acqua naturizzata a norma di legge, naturale e frizzante. Caraffe e bicchieri saranno in vetro.
  • massimo punteggio sarà dato ai prodotti toscani e biologici
  • il gestore dovrà anche fornire un certo numero di menu vegani (senza alcun uso di derivati animali) e per celiaci, previa indagine conoscitiva da svolgersi tramite un semplice questionario da distribuire ai dipendenti all’indomani dell’aggiudicazione del servizio. In particolare la possibilità di una scelta come quella vegan è davvero un passo avanti, pionieristico a livello italiano.

Alla mensa si rivolgono mediamente circa 250 persone tra dipendenti del Consiglio regionale, della Giunta Regionale e di altri enti.

Approfondimento viverevegan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Shou Dao School

La via della tranquillità

Gruppo Germoglio

Un luogo sulla Terra per il passo dell'Eterno ...

Natura Come Amica

Verso la nascita di una vita sensibile

Amaltea

Verso la nascita di una vita sensibile

genitoricrescono.com/

per imparare insieme il mestiere di genitori

Gaia racconta...

Verso la nascita di una vita sensibile

Mira Bio

Verso la nascita di una vita sensibile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: