Consigli erbe spontanee eduli

Per quanto riguarda le erbe e i fiori spontanei eduli qualche spiegazione e consiglio per prepararli dopo la raccolta:

  • Le piante possono essere raccolte con il coltello ma è meglio se si esegue a mano (esistono coltelli in ceramica per diminuire l’ossidazione).
  • Le piante vanno scelte in base alla stagione e alla tempo balsamico giusto cioè il momento adatto per quella determinata parte delle pianta che serve raccogliere (foglie, fiori, radice ecc…); vanno pulite dalle foglie e parti più rovinate oltre che da eventuali piante “intruse”
  • Trasportate in cesti di solito di vimini o simili (no buste in plastica) per evitare il rischio di umidità e putrescenze dato che l’aria passa più agevolmente tra l’intrecci del vimini
  • Raccogliere solo il necessario per l’utilizzo in modo da non incidere troppo sull’ecosistema dell’habitat di raccolta in questo modo nel futuro potremo ritrovare nello stesso abiente le piante che ci occorrono.
  • La raccolta può avviene circa un giorno o giorno e mezzo prima ma meglio se nella stessa giornata le prepariamo.
  •  Quando arrivano alle vostre case ovviamente saranno visibilmente appassite, ma non preoccupatevi è proprio una loro caratteristica dovuta al fatto che in natura nessuno gli dà acqua tutti i giorni e appena vengono raccolte si affievoliscono rapidamente.

Basterà rinvivirle così:

  • Controllare nuovamente se ci fossero erbe rovinate, secche o “intruse”
  • Mettere le erbe in una bacinella con acqua fresca e lasciare riposare qualche minuto muovendo un po’ ogni tanto le foglie in modo che i sedimenti più grossolani si depositino.
  • Togliere le erbe e farle passare sotto acqua corrente possibilmente con il docciatore
  • Scolare con uno scolapasta o simile per togliere quindi l’acqua in eccesso
  • Prendere uno strofinaccio pulito e avvolgere le piantine ben scolate ma ancora umide facendo un pacchettino da riporre poi in frigorifero
  • A questo punto si possono tenere nel frigo per alcuni giorni sino al momento del loro utilizzo

 *Nota ecologica: è possibile se avete un lavabo di buone dimensioni e se inserite un secchio o bacinella sotto ai vari passaggi di lavaggio, recuperare l’acqua per un nuovo utilizzo magari come annaffiatura o al posto dello sciacquone del vostro bagno.

A questo punto si può all’occorenza prendere le piante e cucinarle secondo il proprio gusto o aiutandosi con qualche ricettina tradizionale.

Buon appetito!

Alcuni libri potete trovarli su Macrolibrarsi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Shou Dao School

La via della tranquillità

Gruppo Germoglio

Un luogo sulla Terra per il passo dell'Eterno ...

Natura Come Amica

Verso la nascita di una vita sensibile

Amaltea

Verso la nascita di una vita sensibile

genitoricrescono.com/

per imparare insieme il mestiere di genitori

Gaia racconta...

Verso la nascita di una vita sensibile

Mira Bio

Verso la nascita di una vita sensibile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: